Loading...

La psicologia dello sviluppo: una risorsa per la crescita del bambino

Il bambino è una piccola persona che ha necessità del permesso di essere bambino,
di avere l’età che ha, di crescere
(Romanini, 1997)

La vita psichica di una bambina o di un bambino, come quella di una persona adolescente, rappresenta un mondo tanto affascinante e ricco quanto complesso e, spesso, di difficile decifrazione.

Per questo, a genitori, insegnanti, caregiver e, in generale, agli adulti che hanno contatti con i minori, può succedere di trovarsi disorientati di fronte alle manifestazioni di difficoltà, crisi, o comportamenti percepiti come anomali che fanno sorgere il preoccupato interrogativo: sarà una “crisi di crescita” o  il segno di una patologia? Sto sbagliando qualcosa? Come posso intervenire?

La psicologia dell’età evolutiva studia il processo di crescita e organizzazione dei meccanismi alla base della costruzione psichica del sé nel periodo che va dalla nascita fino all’età della maturazione sessuale. 

Spesso, come, ad esempio, nel caso dei disturbi d’ansia o dei disturbi del comportamento, la capacità di esprimere un disagio da parte di un/a bambino/a o ragazzo/a si manifesta attraverso sintomi fisici, come mal di testa o mal di pancia, oppure sintomi comportamentali, come eccessi di aggressività, difficoltà ad addormentarsi o ad alimentarsi, senza che sia presente un reale riscontro medico di malattia. Quanto spesso ha mal di testa? L’aggressività è una manifestazione di paura o di individuazione?

Lo psicologo dell’età evolutiva si occupa delle difficoltà incontrate dai bambini/e o ragazzi/e durante le diverse fasi dello sviluppo cognitivo, psico-affettivo e socio-relazionale lavorando anche con i genitori e/o i caregiver con tecniche e strumenti specifici per questa fase della vita

Affrontare i temi della psicologia dello sviluppo significa anche collaborare in una rete di professionisti della relazione di aiuto, educatori professionali, operatori sociali e sanitari, insegnanti, pedagogisti, logopedisti. Tutti questi professionisti interagiscono nella vita dei bambini/e, ragazzi/e, attraverso la co-costruzione di relazioni efficaci in cui le tecniche della comunicazione e le competenze avanzate nei processi relazionali ed  educativi sono determinanti al fine di agire in modo efficace nell’ascolto, nel sostegno e nel potenziamento delle risorse e dei talenti dei bambini stessi. 


Dello stesso autore:

2017-04-13T18:35:33+00:00By |Categories: Blog|Tags: , , |

About the Author:

Beatrice Roncato
Analista Transazionale, dottoressa in Psicologia, Supervisore e Didatta di Analisi Transazionale in training (PTSTA-C) in campo counselling dell’EATA (European Association Transactional Analysis), Counsellor Professionista, Supervisore/Formatore CNCP. Svolge attività di counselling sociale con adulti, coppie e genitori. Da molti anni si occupa di intercultura attraverso il lavoro di supervisore a operatori che lavorano con rifugiati politici e richiedenti asilo. È esperta di consulenza aziendale, soprattutto sui temi della cultura, del benessere organizzativo e del coaching.

Leave A Comment