La psicoterapia può offrire un contributo importante alla costruzione della felicità: “Penso con te dunque sono felice” è il titolo di un articolo di Anna Massi, focalizzato sulla questione di cosa significhi “essere psicoterapeuta”.

Paziente e psicoterapeuta, secondo l’approccio analitico-transazionale, non sono due persone a se stanti, divise da un’invisibile barriera di presunta superiorità che colloca la persona “che cura” al di sopra della persona “in cura”, ma più realisticamente sono due essere umani di pari dignità che si incontrano, parte di un tutt’uno in cui la trasformazione interiore è reciproca. Da tutti è possibile imparare e in tutti ci sono aspetti positivi da valorizzare, in una rete di interdipendenza in cui la vita di ogni persona influenza la vita delle persone accanto e viceversa: tale visione olistica, che si contrappone all’individualismo e all’arroganza narcisistica tipici del nostro tempo, è particolarmente vera anche nella psicoterapia, in cui non è solo il terapeuta a provocare un cambiamento nella vita del paziente, ma è anche il paziente a toccare la vita del terapeuta, modificandola. Senza questo coinvolgimento la relazione terapeutica rischierebbe di diventare sterile e artificiosa.

Coerentemente con questa visione “umana” della psicoterapia, avulsa dall’adesione acritica a modelli aprioristici di trattamento terapeutico, l’analisi transazionale distingue il piano terapeutico dal processo terapeutico, considera centrali e decisive le soggettività del paziente e del terapeuta e rifiuta l’accettazione di un “sapere psicologico” sempre vero, perché la verità non è mai assoluta, ma cangiante e sempre incerta.

Questo articolo, di agevole lettura e accessibile anche a lettori non specializzati in analisi transazionale, aiuta a riflettere sulle problematiche inerenti al processo terapeutico e alla formazione dei futuri psicoterapeuti, per i quali serve un percorso didattico basato su presupposti diversi da quello classico universitario.

 

Anna Massi – Psicologa, psicoterapeuta. Si occupa di psicoterapia individuale, di coppia e di gruppo rivolta ad adolescenti e adulti. È analista transazionale e supervisore (PTSTA) dell’European Association of Transactional Analysis. È docente e supervisore presso la scuola di specializzazione in psicoterapia ad orientamento analitico transazionale di Performat.

Scopri l’articolo di Anna Massi nella rivista di Percorsi di Analisi Transazionale, Volume I, Numero 1